Venerdì 11 febbraio 2022, in occasione della giornata mondiale del malato, inaugurazione della Biennale di Todi

in mostra installazioni artistiche sul Tempio della Consolazione e una collettiva di 40 artisti nei palazzi comunali.

Data di pubblicazione:
08 Febbraio 2022
Immagine non trovata

Venerdì 11 febbraio 2022, in occasione della giornata mondiale del malato, inaugurazione della Biennale di Todi: in mostra installazioni artistiche sul Tempio della Consolazione e una collettiva di 40 artisti nei palazzi comunali.

 

Venerdì 11 febbraio 2022 alle ore 15,00 si terrà la cerimonia di inaugurazione della Prima Edizione della Biennale di Todi 2022 con la premiazione dell’opera dell’artista cinese Wang Yuxiang “Pensa di uscire” installata nel prato antistante il Tempio della Consolazione.

Prosegue, con la Biennale di Todi, la collaborazione di ETAB con il Gallerista Diego Costantini e prosegue il percorso di promozione culturale ed artistica iniziato negli anni 2019 e 2020, sempre in occasione della Giornata Mondiale del Malato, con le installazioni dell’artista Tommaso Franchi.

Partecipano al progetto il Comune di Todi, la Regione Umbria il Ministero della Cultura, l’Associazione Italia-Cina, Borgo Petroro, la Fondazione Marignoli di Montecorona, l’Accademia delle Arti di Perugia, di Roma e di Ravenna, Marignoli Contemporary, AAIE, Università Roma Rufa e Fattoria di Monticello.

Venerdì 11 febbraio presso il Tempio di Santa Maria della Consolazione l’inaugurazione dell’installazione vincitrice del concorso, presente anche la Presidente della regione Donatella Tesei. Durante la cerimonia il concerto della cantante mongola Ulan Xuelin e della soprano Laura Toppetti.

A seguire l’apertura della mostra personale presso la Tower Gallery di Diego Costantini e la presentazione dell’installazione di Yongxu Wang presso Borgo Petroro.

Sabato 12 febbraio 2022 dalle ore 10 convegno sui rapporti culturali Italia Cina presso la sala del consiglio alla presenza del Sindaco e dell’Assessore alla cultura, con illustri ospiti e, a seguire, l’inaugurazione dei progetti vincitori dei premi speciali ed una mostra collettiva di oltre quaranta giovani artisti cinesi.

La prima edizione della Biennale di Todi è, infatti, dedicata agli artisti cinesi, in occasione dell’anno della cultura Italia-Cina, ma il progetto Biennale di Todi intende promuovere l’arte contemporanea proponendosi, di volta in volta, di trattare tematiche e coinvolgere giovani artisti di tutto il mondo, perché l’arte è un linguaggio universale.

Piace evidenziare come il coinvolgimento di tante istituzioni e sensibilità diverse attesta l’importanza dell’evento e ci si sente in dovere di rivendicare come Etab-La Consolazione, fin dalle fasi di ideazione da parte di Diego Costantini, ha convintamente contribuito alla sua realizzazione.

L’arte negli spazi aperti della città di Todi; il Tempio di Santa Maria della Consolazione, capolavoro rinascimentale, che ospita e fa da cornice ad opere di arte contemporanea; culture diverse a confronto quale quella italiana e quella cinese nelle varie declinazioni possibili; il canto con la soprano Laura Toppetti e la cantante mongola in abiti tradizionali Ulan Xuelin, ma anche la cucina con lo chef Oliver Glowing che tratterà dei punti di convergenza tra la cucina italiana e quella cinese.

Relatori come il cons. Paolo Sabbatini, il prof Federico Roberto Antonelli, Enrico Mascelloni, il prof Andrea Aquilanti interverranno, in questa prima edizione, trattando il tema della Consolazione nelle sue vaste interpretazioni e sfumature.

Opere di arte contemporanea di giovani artisti cinesi ospitate in opere d’arte contenitori quali indubbiamente sono gli storici palazzi e monumenti della nostra città.

Con questo importantissimo evento, che si inaugura nella data dell’11 febbraio in occasione della Giornata del Malato” l’ente La Consolazione – Etab festeggia anche idealmente la sua lunga storia di attività assistenziale e caritativa nella città di Todi risalente fin dal sec. XIII, dato che proprio intorno al 1220 si attesta l’esistenza dell’Ospedale di Carità nel quale venivano ospitati e mantenuti i fanciulli orfani e abbandonati della città di Todi, primo embrione dell’odierna ETAB.

 

Il Presidente di Etab

Avv. Claudia Orsini

 


 

 

 

Ultimo aggiornamento

Martedi 08 Febbraio 2022