Immagine non trovata

 

 

LA CONSOLAZIONE ENTE TUDERTE DI ASSISTENZA E BENEFICENZA

06059 Todi (PG), Piazza Umberto I, n.6

tel. 0758942216 - fax 0758949819 - mail consolazione@email.it  PEC consolazione@pec.it

 

Allegato A deliberazione n°. 64 del 23.06.2020

AVVISO DI ASTA PUBBLICA

 

PER LA CONCESSIONE IN LOCAZIONE DI UN FABBRICATO AD USO RESIDENZIALE (CIVILE ABITAZIONE) SITO IN TODI, FRAZIONE PETRORO, VOCABIOLO CAPORNIA.

 

Il Presidente pro tempore e legale rappresentante dell’Ente, in esecuzione alla deliberazione n°. 64 del 23.06.2020,

RENDE NOTO

che il giorno 22 luglio 2020 alle ore 12,00 (scadenza consegna offerta ore 11,30 del 22 luglio 2020) presso la sede dell’Ente, in Todi (PG), P.zza Umberto I, n°.6 avrà luogo una gara nella forma dell'asta pubblica ad unico e definitivo incanto, con il metodo delle offerte segrete da confrontarsi con il prezzo base indicato nel presente avviso, ai sensi degli artt. 73 lett. c) e 76 del regolamento per l'Amministrazione del patrimonio e per la contabilità generale dello Stato approvato con R.D 23 maggio 1924 n.827 e ss.mm.ii., per la concessione in locazione del fabbricato ad uso residenziale sito in Todi, Frazione Petroro, Vocabolo “Capornia” il tutto censito al CF di Todi al foglio 35, p.lle 112 sub 2 cat. A/2 classe 3 consistenza 8,5 vani, rendita 658,48, e 112 sub 3 categoria F/2 e area di corte (foglio 35, p.lla 112 sub. 1)  per catastali mq 2760 circa. E’ escluso dalla locazione il fabbricato diruto (foglio 35, p.lla 112 sub. 3).

Canone a base di gara:

- Euro 150 mensili (Euro 1.800,00 annue) per i primi tre anni.

- Euro 300 mensili (Euro 3.600,00 annue) per i successivi tre anni.

L’entità del canone tiene conto dello stato di fatto e di diritto in cui si trova il fabbricato e dell’esigenza di effettuare i lavori di finitura e di completamento necessari per ottenere i certificati degli impianti tecnologici a norma di legge.

L’edificio è in classe energetica fascia G come da ultimo APE redatto nel 2016 (scadenza 31.12.2017); l’ape ove necessario sarà redatto prima della firma del contratto di locazione.

Al suddetto canone posto a base di gara sarà applicato il rialzo emerso in sede di gara e l’adeguamento ai fini dell’indice Istat FOI dalla quinta annualità.

1)DURATA LOCAZIONE: anni 6 (sei) con possibilità di proroga per ulteriori 6 anni secondo la vigente normativa. Il canone applicato per la proroga è commisurato al canone per i secondi tre anni. Non è previsto il rinnovo tacito in considerazione della natura di Ente pubblico del locatore.

Possono partecipare all’incanto persone fisiche e persone giuridiche con l’avvertenza che:

  1. (nel caso di offerta presentata per conto di persona giuridica) il firmatario dell’offerta dovrà allegare alla domanda idonea documentazione tale da provare il potere di impegnare l’offerente (ditta, società ecc…);
  2. (nel caso di offerta presentata da persona fisica) il contratto di locazione potrà essere intestato anche alla società/ditta di cui l’aggiudicatario persona fisica è socio/titolare. Quanto detto vale anche per le Società/ditte da costituire. 

Al fine di incentivare la partecipazione alla gara, si precisa che i locali potranno essere concessi anche per gli altri usi consentiti dalla vigente normativa, con la precisazione che ogni variazione legittima (e tecnicamente possibile) sarà eseguita a cura e spese del conduttore-aggiudicatario (a titolo esemplificativo, ma non esaustivo: spese per eventuale adattamento – spese per pratiche c/o urbanistica – spese per accatastamento – ecc… ogni spesa connessa e consequenziale).  Resta inteso, nel caso di modifiche/variazioni di qualsiasi tipo, che:

  1. il cambio di destinazione d’uso dovrà essere approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione prima di ottenere le autorizzazioni presso le autorità all’uopo preposte;
  2. gli effetti giuridici del contratto decorreranno comunque dalla consegna dei locali senza ritardi nel pagamento del canone per l’acquisizione di permessi, autorizzazioni od effettuazione di lavori di adattamento, migliorie, ecc… e con termine di consegna a favore dell’Ente proprietario.

MODALITA' E CONDIZIONI DELLA LOCAZIONE.

Le modalità di conduzione sono meglio precisate nello schema di contratto allegato al presente atto.

Il canone di locazione offerto è riferito al locale nello stato di fatto e di diritto in cui si trova, per cui sono a carico del locatario eventuali opere per adeguamenti, nonché qualsiasi opera di adattamento e manutenzione, secondo quanto previsto nello schema di contratto citato e senza alcuna possibilità di riconoscimento o scomputi, previo ottenimento di tutte le autorizzazioni di legge.

Sono a carico della conduzione le lavorazioni e opere indicate nella relazione tecnica prot. 1617 del 19.06.2020. Detti lavori sono di finitura e completamento per i quali dovranno essere prodotti prima di occupare i locali i certificati di legge per impianti tecnologici.

Per quanto non previsto nel presente bando si rinvia allo schema di contratto approvato con delibera n°. 64 del 23.06.2020. La risoluzione del contratto per inadempimento o per mancato pagamento del canone alle scadenze pattuite obblighera’ automaticamente il conduttore a rilasciare l'immobile e a versare, a titolo di penale e salvo l’accertamento di ulteriore danno, una somma pari ad 1 annualità del canone (come determinato in base all’ultimo aggiornamento Istat).  

MODALITA' DI REDAZIONE DELL'OFFERTA

E’ facoltà degli accorrenti visitare anche l’interno dei locali oggetto di incanto. A tal proposito, previa prenotazione telefonica (tel 075.8942216 rif. Dr. Alessandro Secci), sarà possibile visitare i locali esclusivamente previa prenotazione telefonica entro il giorno 11 luglio 2020. Il sopralluogo tuttavia non è obbligatorio ai fini di partecipare alla gara. L'offerta e dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà con allegato documento di identità (va utilizzato esclusivamente il fac-simile approvato con deliberazione n°. 64 del 23.06.2020), dovrà essere sottoscritta dall’offerente persona fisica o dal legale rappresentante/titolare della ditta/società accorrente o da persona munita di apposita procura o mandato e dovrà essere chiusa in una busta sigillata (ceralacca o nastro adesivo), controfirmata nei lembi di chiusura. L'anzidetta busta dovrà inoltre contenere i seguenti documenti a pena di esclusione:

  1. Quietanza della Tesoreria dell'Ente attualmente Cassa di Risparmio di Orvieto Spa, comprovante l'avvenuto versamento effettuato a titolo di cauzione provvisoria dell'importo di €. 510,00 (di cui Euro 10,00 a titolo di tasse di gara). Detta cauzione potrà essere costituita anche mediante bonifico bancario (Cassa di Risparmio di Orvieto Spa Agenzia di Todi, loc. Ponterio, Vocabolo Bodoglie 150/A -  tel: 075 8987325 C/C di tesoreria n. 2100003 - Iban IT86D0622038700000002100003).
  2. eventuale - documenti idonei ad attestare la qualità di rappresentare la persona giuridica offerente (nel caso di offerta presentata per conto di persona giuridica); 2) documenti attestanti la qualità di rappresentare la persona fisica offerente (nel caso di offerta presentata in nome e per conto di persona fisica).

Sul frontespizio della busta, al fine di evitare che il plico si confonda con la corrispondenza ordinaria e accidentalmente venga aperto, dovrà essere indicato “Offerta per locazione Fabbricato e Corte in Petroro, Loc. Capornia” o simile, nonché dovrà essere indicato il nominativo dell'offerente (persona fisica o giuridica).  Quando nell'offerta vi sia discordanza tra il numero in cifre ed in lettere, sarà ritenuta valida l'indicazione piu' vantaggiosa per l'amministrazione.   In caso di parità tra piu' offerte si procederà in apposita e successiva adunanza ad una licitazione fra essi soli, a partiti segreti. Colui che risulterà migliore offerente sarà dichiarato aggiudicatario.  Ove nessuno di coloro che abbia fatto offerte uguali vorrà migliorare l'offerta stessa, la sorte deciderà chi sarà l'aggiudicatario. Non sono ammesse offerte al ribasso (solo pari o superiori all’importo posto a base di gara). Non sono altresì ammesse offerte per persona da nominare, condizionate, indeterminate, che facciano riferimento ad altre offerte e, si ribadisce, inferiori al prezzo posto a base d'asta. Le offerte devono essere recapitate all’Ente “La Consolazione Ente Tuderte di Assistenza e Beneficenza”, presso la sede legale in Todi (PG) 06059, Piazza Umberto I°, n.6, e devono pervenire, con rischio a carico del mittente, a mezzo del servizio postale di stato in plico raccomandato R.R. entro e non oltre le ore 11,30 del giorno 22 luglio 2020 (non farà fede il timbro postale). E’ ammessa anche la consegna manuale delle offerte, presso il protocollo dell’Ente al medesimo indirizzo in orario d’ufficio (orari protocollo: lun-ven dalle ore 8,30 alle ore  13,00). Alle ore 12,00 del giorno 22 luglio 2020 presso la sede dell’Ente in Todi, Piazza Umberto I, n.6 si terrà l’apertura dei plichi in seduta pubblica.

AVVERTENZE

All'aggiudicazione in esame si procederà anche nel caso che venga presentata una sola offerta. Nel caso che accorrente sia una Società o una ditta formata da piu' persone, l'offerente dovrà provare con idonea documentazione la sua capacità di impegnare la Società o la ditta. Sarà dichiarato aggiudicatario colui che avrà offerto il maggior corrispettivo.  Il corrispettivo offerto dovra’ essere pari o superiore a quello indicato a base di gara. La cauzione prodotta dall'aggiudicatario verrà incassata a titolo di acconto sulle spese, imposte e tasse inerenti l'asta ed afferenti al contratto di locazione: l'importo residuo per tali spese dovrà essere versato alla sottoscrizione del contratto e comunque prima della stipula del contratto in mancanza di richiesta.   Ai concorrenti non aggiudicatari la cauzione verrà svincolata al piu’ presto e comunque dietro richiesta scritta (nella quale indicare l’IBAN e le coordinate per il pagamento) da inviare via mail consolazione@email.it.  L'immobile resta comunque individuato nell'ampiezza e consistenza conformemente allo stato di fatto e di diritto goduto, senza responsabilità da parte di questa Amministrazione per eventuali differenze che potessero sussistere tra le superfici presunte  e quelle effettive. Si precisa che, ai fini della sottoscrizione del contratto, il canone è valutato in riferimento all’immobile nello stato di fatto e di diritto in cui si trova.  La stipula del contratto avverrà nel giorno e luogo che saranno comunicate all'aggiudicatario dall'Ente concedente. Saranno a carico dell'aggiudicatario le spese afferenti all'asta, alla pubblicazione del bando, alla stesura del verbale, all'esperimento, nonché tutte le spese imposte e tasse connesse e consequenziali alla gara.  La mancata presentazione alla stipula del contratto e il mancato versamento delle spese citate produrrà, di diritto, la revoca dell'aggiudicazione senza preventiva messa in mora ne pronunzia del magistrato: in tal caso l'Amministrazione potrà stipulare il contratto di affitto con chi avrà prodotto la seconda migliore offerta.  Inoltre L’Ente incamererà la cauzione versata a titolo di penale, salvo l'accertamento di ulteriore danno.  La documentazione di gara è prelevabile gratuitamente dal sito web www.etabtodi.it. Alla firma del contratto, sempre con termine a favore dell’Ente proprietario, dovrà essere esibita la garanzia bancaria (o deposito in denaro) conforme al modello E allegato al presente avviso.

La cifra garantita è correlata alla forma di garanzia prescelta come di seguito indicato:

 

Forma della garanzia

Somma garantita pari al

deposito cauzionale in denaro presso la Tesoreria dell’Ente (durata di 6 anni o di anno in anno con rinnovo automatico)

30% del valore annuo del canone a base di gara

garanzia bancaria/assicurativa conforme al modello allegato (durata di 6 anni o di anno in anno con rinnovo automatico)

40% del valore annuo del canone a base di gara

garanzia personale di gradimento dell’Ente

100% del valore annuo del canone a base di gara

 

A tal proposito si prega di verificare preventivamente i tempi tecnici e le modalità per il rilascio della garanzia de quo. Si comunica che Responsabile del Procedimento è il funzionario tecnico Dr. Alessandro Secci  (tel. 075/8942216).  

Si richiede la riduzione dei termini ai sensi dell'Art. 64, 2° comma, R.D. 827/1924 e sue modifiche. Todi, 23 giugno 2020

IL PRESIDENTE  

Avv. Claudia Orsini

 

 

Allegati

B) DICHIARAZIONE CUMULATIVA PER L’AMMISSIONE ALLA GARA.

C) SCHEMA DI OFFERTA

D) SCHEMA DI CONTRATTO

E) FAC SIMILE GARANZIA

Allegati

Ultimo aggiornamento

Domenica 04 Ottobre 2020