Immagine non trovata

LA CONSOLAZIONE ENTE TUDERTE DI ASSISTENZA E BENEFICENZA

06059 Todi (PG), Piazza Umberto I°, n. 6 - P.IVA. / COD. FISC. 00457290542

Manifestazioni di interesse per la vendita di tagli boschivi

AVVISO DI ASTA PUBBLICA

PUBBLICO INCANTO PER LA VENDITA DI BOSCO TAGLIATO SITO IN TODI, FRAZIONE PETRORO AL CT DI TODI AL FG. 36, P.LLA 1.

(allegato A – Determina 134 del 9.10.2020)

Si rende noto che l’Ente in epigrafe intende procedere alla vendita ai sensi dell’art. 73 lett. c) R.D. 23.5.1924 N. 827 e s.m.i., a mezzo di esperimento d’Asta Pubblica ad unico e definitivo incanto, del materiale legnoso accatastato su terreni di proprietà dell’Ente e derivante dall’utilizzazione di fine turno del lotto boscato n. 1, ubicato nel Comune di Todi in Loc. Castelvecchio (particella forestale 12/b), e ricadente nelle particelle catastali n. 1, 9 e 15 del Foglio 36 dello stesso Comune.

Si precisa che tale asta si è resa necessaria in quanto la ditta acquirente del legname ricavabile dal lotto n. 1 con contratto stipulato in data 28/01/2019, non ha provveduto ad eseguire le operazioni di esbosco del materiale legnoso nei tempi utili previsti dal capitolato tecnico, dal progetto di taglio, e dalle autorizzazioni a riguardo fornite dall’Ente competente per territorio. Alla data del sopralluogo avvenuto alla fine del mese di luglio, gran parte del materiale legnoso ricavato dal taglio boschivo di cui sopra si trova infatti accatastato all’interno di una superficie boscata appartenente all’ETAB (ma esterna a quella utilizzata) e su terreni di proprietà di terzi.

I parametri di stima del materiale legnoso sull’area suddetta di proprietà dell’ente risultano essere:

  • Metri steri catasta (ms) 600
  • Metri cubi pieni (m3) 210
  • Quintali (q) 1.470
  • Prezzo (€/quintale) 6,0
  • Valore stimato (€) 8.820 (valore economico del legname accatastato ricadente all’interno della proprietà dell’Ente).

Prezzo a base di gara Euro 6.174,00 (importo ribassato del 30% rispetto alla perizia).

L’asta avrà luogo alle seguenti condizioni:

1) Le offerte dovranno essere indirizzate alla sede dell'Ente La Consolazione E.T.A.B., P.zza Umberto I, n°.6, 06059 Todi (PG). Il termine di ricezione del plico è fissato perentoriamente (non saranno dichiarate ammissibili altre offerte oltre il termine) per il giorno 10 novembre 2020 ore 11,00 (non farà fede il timbro postale di spedizione – termine perentorio a pena di esclusione). Il plico dovrà essere sigillato con nastro adesivo ed inviato a mezzo Raccomandata A.R. e dovrà riportare, all’esterno, il nominativo del mittente nonché la dicitura “contiene offerta per Asta materiale legnoso” o simile. È ammessa anche la consegna manuale presso il protocollo dell'Ente al medesimo indirizzo. L’apertura delle offerte avrà luogo, in seduta pubblica, il giorno 10 novembre 2020 ore 12,00 presso la Sede dell’Ente di fronte al Presidente o chi per esso. Non saranno prese in considerazione le offerte determinate ad un prezzo inferiore a quello posto a base di gara.  Potranno partecipare alla gara le ditte che risultino iscritte all’Albo Regionale (o Elenco tenuto dall'Ente locale competente – tutte le fasce) art.9, 4° comma L.R. N°.28/2001) ed in possesso del relativo tesserino di idoneità boschiva di cui alla L.R. n.32/1981 come integrata dalla L.R. 28/2001 e dal Regolamento Regionale 7/2002. Si precisa inoltre che, non essendo il presente bando di vendita assimilato ad attività di utilizzazione boschiva. potranno partecipare inoltre le ditte che risultino idonee a caricare e trasportare il materiale legnoso a norma di legge seppur non in possesso dell’iscrizione all’albo regionale e non in possesso del tesserino di idoneità boschiva.

2) Per essere ammesso all’asta, ciascun accorrente dovrà inviare un plico sottoscritto nei lembi di chiusura, opportunamente sigillato, dove dovranno essere inserite 2 altre distinte buste come di seguito indicato:

“BUSTA A – OFFERTA ECONOMICA”: una busta sottoscritta nei lembi, opportunamente sigillata, (con scritto “Busta A – offerta economica”) contenente l’offerta economica conforme al fac-simile approvato con la determina 134 in data 09.10.2020 e copia fotostatica di un documento di identità valido (non scaduto);

“BUSTA B – DOCUMENTAZIONE” una busta sottoscritta nei lembi, opportunamente sigillata, (con scritto “Busta B – documentazione”) contenente la seguente ulteriore documentazione:

a) dichiarazione sostitutiva conforme al modello allegato B al presente atto attestante tra l’altro l’abilitazione al carico e trasporto del materiale per il conseguente commercio a norma di legge.

b) un originale o copia fotostatica della quietanza attestante l'avvenuto deposito cauzionale (pari ad €. 617,00) a mezzo versamento presso il Tesoriere dell'Ente, attualmente, Cassa di Risparmio di Orvieto Spa - Agenzia di Todi (Ponte Rio) Vocabolo Bodoglie 150/A - C/C di tesoreria n. 2100003, IBAN IT86D0622038700000002100003 – tel. 075.8987325.

c) copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità.

I depositi saranno immediatamente restituiti ai non aggiudicatari dietro richiesta dei medesimi via mail consolazione@email.it – vanno precisati gli estremi per effettuare il rimborso pena l’impossibilità di procedere.

3) Nel caso che accorrente sia una società, l’offerente dovrà integrare la documentazione sopra evidenziata con un documento idoneo a provare la capacità di impegnare la società dove viene indicato (ad esempio se è inserito il documento CCIAA riferito a ditte individuali e sottoscrive l’offerta il titolare risultante non occorre presentare altri documenti – se trattasi di società occorre indicare il certificato CCIAA o lo Statuto ove si evincono i poteri).  Se trattasi di offerta per procura, la stessa va allegata unitamente ai documenti di cui al punto 2 (busta B). Non è valida l’offerta per persona fisica o giuridica da nominare.

4) Si procederà all’aggiudicazione per ogni lotto a favore della ditta che avrà presentato l’offerta più vantaggiosa per l’Amministrazione, anche in presenza di un'unica offerta valida. Le spese di perizia (Euro 200,00 + CP e IVA), e ogni onere connesso e consequenziale alla presente procedura ed al successivo taglio fino all’esatto collaudo, sono stati anticipati, in parte, dall’Ente, ma sono a carico dell’aggiudicatario.  Entro 5 giorni dall’aggiudicazione salvo diverso avviso e con termine a favore dell’Ente venditore, l’aggiudicatario dovrà, pena la perdita del deposito cauzionale, procedere al versamento del corrispettivo offerto e delle spese sopra precisate (gara, perizia, ecc.) anticipate dall'Ente, ma a carico dell'acquirente.

Entro 10 giorni dall’aggiudicazione o entro il termine diverso indicato dall'Ente, l’aggiudicatario dovrà, pena la perdita del deposito cauzionale, intervenire alla stipulazione del formale atto di compravendita del materiale legnoso presso gli uffici dell’Ente; in tale occasione dovranno essere esibite le ricevute di avvenuto versamento del saldo del corrispettivo di vendita e delle spese di perizia nonché l’originale della garanzia, di gradimento dell’Ente, ai fini del pagamento del canone residuo. La consegna del bosco potrà avvenire anche in sede di sottoscrizione del contratto.

5) La vendita avrà luogo secondo il contratto di compravendita (allegato D) ed ai sensi della stima redatta in data 19.8.2020 secondo l’importo che risulterà in sede di gara.

6) Entro giorni 120 naturali e consecutivi dalla firma del contratto e comunque con termine a favore di questo Ente che si riserva la proroga del termine suddetto per fondate e motivate ragioni, l'aggiudicatario dovrà provvedere alla rimozione del materiale senza avanzare pretese.

Prima di accedere nel terreno l’acquirente dovrà presentare una fidejussione a garanzia dell'esatta esecuzione del contratto nella misura del 10% dell'importo presunto del valore del macchiatico ( € 617,00) nelle forme previste dal DM 123/2004 e dall’art. 24 del capitolato tecnico. In alternativa è sempre possibile costituire un deposito in denaro infruttifero presso la Tesoreria dell’Ente. Detto importo sarà svincolato subito dopo ultimate le operazioni di esbosco e verificata l’assegna di danni da parte del funzionario tecnico dell’Ente.

7) Il Responsabile del procedimento è il funzionario tecnico dell’Ente Dr. Alessandro Secci reperibile presso la sede in Todi (PG), P.zza Umberto I, n.6, Telefono 075/8942216 – p.e. consolazione@email.it.  

Per informazioni di carattere tecnico è possibile rivolgersi anche al Progettista Dr. For. Walter Mattioli ai seguenti recapiti tel. 0744460202 – cell. 3284122192 – p.e. walter.mattioli@libero.it – PEC w.mattioli@conafpec.it sito web www.tecnicoforestale.it .

Si richiede la riduzione dei termini di legge ai sensi dell'art.64, 2° comma, R.D. 827/1924 e s.m.i.. Per quanto non previsto nel presente Bando si rinvia ai documenti di gara approvati con determina 118/2020 nonché al prospetto di stima del valore del materiale legnoso accatastato redatto dal suddetto professionista.

Todi, 9 ottobre 2020                                                                    

 

Il Presidente

Avv. Claudia Orsini

 

 

Allegati:

b) dichiarazione

c) schema offerta

d) contratto

e) consenso informato (privacy)

 

 

Ultimo aggiornamento

Venerdi 09 Ottobre 2020