Todi: “Alimentare futuro”

Prende forma l’intervento sull’ex essiccatoio di proprietà di ETAB nel complesso dell’Istituto Agrario.

Data:
27 Aprile 2021
Immagine non trovata

Todi: “Alimentare futuro”

Prende forma l’intervento sull’ex essiccatoio di proprietà di ETAB nel complesso dell’Istituto Agrario.

Entrano nella fase finale i lavori di recupero dell’ex seccatoio per il tabacco, posto in prossimità dell’Istituto Agrario realizzato con i fondi del PSR, Regione Umbria, misura 7.4.1. con un quadro economico di circa duecentomila euro che va a completare i numerosi interventi presso le aree dell’Istituto Agrario per conservare e rendere fruibili spazi, restaurando e riconvertendo antichi edifici per valorizzare il patrimonio  e consentire alla scuola Agraria più antica d’Italia (voluta dalla allora  Congregazione di Carità di Todi quale erede dell’Opera Pia della Consolazione oggi confluita in ETAB) di essere sempre più all’avanguardia.

L’intervento di ETAB ha il fine di realizzare un centro con finalità socio-culturali rivolto al mondo del terzo settore, della Scuola con uno sguardo attento a realizzare attività per diversamente abili. Alla convenzione di partenariato, aperta a tutte le realtà tuderti, hanno inizialmente aderito il Comune di Todi, i centri per i DCA di Todi della UslUmbria 1,  le Scuole superiori (Ist. “Ciuffelli-Einaudi” e il Liceo Jacopone) e le tante associazioni che da sempre collaborano con ETAB quali la Croce Rossa Italiana (di cui ETAB è socio perpetuo), l’Ass. Mi fido di Te, l’Avis e la Fondazione Fra Jacopone.

La riqualificazione dell’edificio permetterà allo stabile di essere disponibile per le attività volte al miglioramento e all’espansione di servizi base a livello locale per la popolazione rurale, comprese attività culturali e ricreative.

L’intervento, autorizzato dalla competente Soprintendenza, contempla opere mirate alla conservazione (con interventi di finitura, tinteggiatura e la sostituzione/recupero degli infissi) ed opere finalizzate alla realizzazione di nuove strutture (tra cui locali di servizio e un soppalco) nonché il rifacimento completo degli impianti tecnologici.

Attualmente il lavoro è stato realizzato per oltre i due terzi come è visibile dalle foto allegate, tuttavia alcune ipotesi di miglioria sono al vaglio della Regione e degli altri soggetti preposti per consegnare l’opera più funzionale possibile rispetto agli obiettivi prefissati sopra richiamati. 

Si confida di poter utilizzare l’opera funzionale entro la fine del corrente anno.

Il completamento dell’intervento, al termine del terzo anno di mandato, compone il quadro di molte attività svolte e portate avanti convintamente nonostante le diffuse difficoltà direttamente e indirettamente legate alla pandemia in corso.

Il Consiglio di ETAB, consapevole del proprio ruolo di sostegno dell’economia cittadina, ha rispettato gli impegni assunti con la ditta esecutrice dei lavori Edilizia 3M S.r.l ed ha liquidato il primo stato di avanzamento di oltre 50 mila euro cui si aggiunge l’IVA nonostante i ritardi nelle erogazioni di AGEA che avrebbe dovuto corrispondere l’anticipazione entro gennaio 2021. Appare corretto, al riguardo, ringraziare pubblicamente, oltre al Rup Dott. Alessandro Secci, il supporto tecnico Ing. Fabrizio Bonucci e agli uffici Etab, sempre estremamente efficienti, il Dr. Ing. Stefano Dionigi, il Dr. Arch. Elio Conte e la suddetta ditta appaltatrice che con grande professionalità e velocità stanno realizzando l‘intervento.

Altri interventi, in corso di valutazione, presto si tradurranno, come il cantiere dell’Essiccatoio, in azioni concrete per il sostegno del territorio onde favorire la ripresa economica dopo il prolungato lockdown con uno sguardo attento a sostegno delle categorie più colpite e più deboli.

 

Il Presidente

Avv. Claudia Orsini

Ultimo aggiornamento

Martedi 27 Aprile 2021