PROGETTO “I VIOLINI DI TODI”

CON UN CONTRIBUTO DI UMBRA ACQUE SPA ENTRA NELLA FASE OPERATIVA IL PROGETTO DI RESTAURO DELLA NOBILE FAMIGLIA TUDERTE DEI SARDOLI

Data di pubblicazione:
17 Dicembre 2021
PROGETTO “I VIOLINI DI TODI”

PROGETTO “I VIOLINI DI TODI”
CON UN CONTRIBUTO DI UMBRA ACQUE SPA
ENTRA NELLA FASE OPERATIVA IL PROGETTO DI RESTAURO
DELLA NOBILE FAMIGLIA TUDERTE DEI SARDOLI


Al via la fase esecutiva del progetto di ETAB “I Violini di Todi” con il restauro del pezzo di maggior pregio (Odoardi) a cui il CDA e gli uffici stanno lavorando da tempo nell’ambito di un progetto, da realizzare per stralci, che prevede il recupero dei due violini appartenuti e donati dalla famiglia Sardoli all’Opera Pia Monte dell’Onestà.
Dalla documentazione dell’Ente risulta che il Violino Odoardi o del Villan d’Ascoli fu richiesto in occasione di una prestigiosa Mostra internazionale sulla Viola Classica e la Liuteria tenuta ad Ascoli Piceno, promossa da ANLAI (ASSOCIAZIONE NAZIONALE LIUTERIA ARTISTICA ITALIANA) dal 20 al 27 settembre 1959.
Nella nota dell’ANLAI redatta per l’occasione il Prof. Dr. Gioacchino Pasqualini, quale Presidente, classifica lo strumento come “.. uno dei pochi esemplari dell’Odoardi esistenti in Italia”.
Le fonti riportano e citano anche la figura del Maestro Liutaio Rodolfo Fredi (Todi, 18 giugno 1861 – Roma, 22 febbraio 1950) che si era occupato di una riparazione dei violini e che finchè in vita tenne rapporti di collaborazione con l’ultimo compianto mastro Liutaio tuderte Cesare Toppetti.
Si coglie l’occasione per ringraziare la Soc. Umbra Acque Spa che ha riconosciuto un contributo di Euro 1.000,00 nell’ambito dell’art bonus.
Si ricorda a tal proposito che la raccolta è attualmente aperta e in vista della scadenza dell’anno si invitano i soggetti interessati a valutare la possibilità di un gesto di mecenatismo a cui sarà riservata la massima attenzione e visibilità.
Per maggiori informazioni è possibile consultare il link: https://artbonus.gov.it/1169-violino-odoardi-detto-il-villan-dascoli.html.
Si segnala inoltre che l’art. bonus è una disciplina che prevede un credito d'imposta per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e a favore del patrimonio culturale (art.1 del D.L. 31.5.2014, n. 83, "Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo", convertito con modificazioni in Legge n. 106 del 29/07/2014).
Chi effettua erogazioni liberali in denaro per il sostegno della cultura, come previsto dalla legge, potrà godere di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta.
La legge di stabilità 2016 del 28 dicembre 2015, n. 208 ha stabilizzato e reso permanente l’ “Art bonus”, agevolazione fiscale al 65% per le erogazioni liberali a sostegno della cultura.
Il progetto è dedicato ai benefattori dell'Ente ed in particolare alla famiglia Sardoli che ha voluto donare a ETAB (ex Opera Pia Monte dell'Onestà amministrata dalle IRB di Todi) due capolavori della liuteria di fine settecento.
Tra le prospettive del progetto vi è l'attività divulgativa presso le scuole secondo prossime intese che saranno assunte con il MIUR per il tramite dell'Ufficio Scolastico Regionale subito dopo il primo restauro.
Si coglie l’occasione, ancora una volta, per ringraziare per il prezioso supporto il Maestro Prof. Luca Venturi (oggi docente del Conservatorio F. Morlacchi di Perugia) che ha accolto positivamente la fase operativa del progetto come “la volontà e la capacità di saper valorizzare i beni culturali del territorio tuderte e nazionale”.


Il Presidente
Avv. Claudia Orsini

Allegati

Ultimo aggiornamento

Venerdi 17 Dicembre 2021