Immagine non trovata

Todi, Tempio della Consolazione

Festa di Santa Maria della Consolazione

Programma delle attività culturali e delle celebrazioni liturgiche


IL PROGRAMMA DELLA

FESTA A TODI DI SANTA MARIA DELLA CONSOLAZIONE

Festa dell’8 settembre

 

Come da tradizione secolare, anche quest’anno, ETAB si appresta a celebrare, presso il Tempio della Consolazione, la festa della Natività della Vergine, ricorrenza tra le più sentite dalla comunità tuderte.

La festa si articolerà dal 5 al 13 settembre 2020, con appuntamenti in grado di prolungare, nel piacevole clima settembrino, la vita culturale, sociale e turistica della città.

L’Amministrazione di ETAB, di concerto con il Comune di Todi e gli altri enti preposti, ha adottato un nuovo piano di sicurezza e sanitario, redatto dall’Ing. Marta Antonini, che consentirà di poter partecipare in piena sicurezza a tutti gli eventi secondo le attuali intese CEI – Governo.

Il programma delle iniziative è scaricabile dal sito www.etabtodi.it.

L’edizione 2020 si prospetta ricca e interessante grazie alla sensibilità ed alla collaborazione di cittadini, enti, associazioni, artisti e musicisti.

Tutti gli eventi sono patrocinati dalla Regione dell’Umbria, dal Comune di Todi, dalla Diocesi di Orvieto Todi, e del Pontificio Istituto di Musica Sacra.

Collaborano agli eventi l’Associazione “Suoni dal Legno” e la Tower Gallery, galleria d’arte di Diego Costantini.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.

 

Ogni giorno dal 5 al 7 settembre (dalle ore 17,30) è in programma il triduo che prevede il Rosario e di seguito la Santa Messa.  La messa solenne del giorno 8 settembre, alle ore 18 vedrà, per la prima volta, il Vescovo Mons. Gualtiero Sigismondi concelebrare al Tempio della Consolazione.

 

Doveroso ricordare come l’attuale normativa limita la possibilità di presenze all’interno del tempio a 200 posti complessivi.

 

Il giorno 8 settembre, si terrà l’estrazione della lotteria organizzata dall’attivissimo Gruppo Volontario Vincenziano di Todi, evento patrocinato e supportato da ETAB.

 

A chiusura della giornata dell’8 settembre, nel rispetto di una tradizione ultrasecolare, esploderà nei cieli di Todi, ancora una volta, lo spettacolo pirotecnico, realizzato dalla ditta Poleggi, aggiudicataria della gara.

 

Sabato 5 settembre alle ore 18 sarà inaugurata una mostra su Federico Fellini e Danilo Donati realizzata presso “Torre Caetani” di proprietà di ETAB a cura del gallerista Diego Costantini.

Danilo Donati che ha trascorso in Umbria un lungo periodo della sua vita, il legame profondo con Federico Fellini, due grandi del cinema italiano ricordati nella torre medioevale, con una esposizione di opere, ricordi  ed oggetti, alcuni del tutto inediti e di grande valore.

 

Etab sostiene convintamente questa iniziativa, interessante e culturalmente elevata, che con la figura del maestro Danilo Donati trova un collegamento originale e inedito rispetto al panorama delle celebrazioni felliniane.

La formula itinerante della mostra, la sinergia tra diversi  interlocutori accumunati dalla passione per il cinema, per il bello, per la cultura,  eleva il progetto ad iniziativa eticamente doverosa e pienamente in linea con le finalità istituzionali di ETAB che mai, come in questo periodo, sta concentrando ogni suo sforzo a supporto del rilancio della città di Todi e della comunità.

 

Tra le novità di maggior rilievo, nell’ambito della quinta edizione del “Festival di Musica Sacra di Todi“ è il simposio “la Musica al servizio della Parola” che vede la presenza straordinaria di De Gregorio (PIMS), Luca Della Libera (Il Messaggero), del Maestro Leonardi. Coordina il Presidente di ETAB Avv. Claudia Orsini.

L'edizione 2020 vede un ritorno al modello di programmazione classica del festival di Musica Sacra concentrato da venerdì 11 a domenica 13 settembre 2020.

 

Il concerto inaugurale si terrà venerdì 11 settembre, alle ore 21 nel suggestivo scenario del Tempio della Consolazione e vedrà protagonista l’Ensemble vocale Umbriae Voces con un programma a tema mariano intitolato: “Ave Maria” dalla tradizione popolare alla musica colta”. Introduce i brani il Prof. Marco Jacoviello docente di Metodologia dell’educazione musicale all’università LUMSA di Roma.

Si esibiranno: Sara Cresta e Valentina Piovano (Soprani), Susanna Sallustri e Carlotta Ceccarelli (Contralti) Paolo Macedonio e Alessandro Zucchetti (Tenori e Chitarre, Luca Panico e Paolo Leonardi (Bassi), Sabrina Bacaro (Flauto), Simone Benedetti (Pianoforte). Dirigono Sabrina Bacaro e Simone Benedetti.

 

Sabato 12 settembre 2020, ore 10,30, sempre al Tempio della Consolazione, si terrà il Simposio “La Musica al Servizio della Parola”.

Al centro del dibattito la provocazione di Claudio Monteverdi, autore della prima opera della storia della musica. All'inizio del 1600, Monteverdi proponeva una sorta di seconda pratica dove si poneva “l'harmonia signora dell'oratione”. La musica non era più protagonista dell'opera d'arte, ma a servizio della Parola. La musica da sola non può dar luogo a significante e significato, ma deve essere veicolo della comunicazione che ha come elemento preponderante la Parola. Traslando il concetto su un asse di fruizione contemporaneo, si può individuare ancora la Parola come elemento principe della comunicazione musicale. In ambito sacro, colto e popolare la Parola è il principale canale comunicativo.

 

Domenica 13 settembre 2020, ore 21,00, una chiusura alla Consolazione in grande stile con il Concerto Barocco e raffinati, grandi interpreti quali Luca Venturi (violino) e Marco Venturi (clavicembalo) che si esibiranno con l’Ave Maria di Bach e altri grandissimi brani della musica sacra con musiche di Bach, Gounod e Vitali.

 

Giunge all’ottava edizione il concorso fotografico “Polvere di stelle sul Tempio della Consolazione”, il cui regolamento è visionabile sul sito web di ETAB.

 

Il Presidente

Avv. Claudia Orsini

 

 

 

 

Programma

 

 

 

SABATO 5 SETTEMBRE - Ore 18,00

 

Presso la Tower Gallery

 

Presentazione dell’evento “FEDERICO FELLINI, DANILO DONATI... LA MIA UMBRIA! Convergenze e divergenze” in collaborazione con Diego Costantini

 

 

 

***

 

 

 

MARTEDÌ 8 SETTEMBRE - Festa della Natività della B.V. Maria

 

Ore 20,45 circa: Tradizionale spettacolo pirotecnico

 

VIII edizione del Concorso Fotografico “Polvere di Stelle sulla Consolazione”

 

 

 

 

CELEBRAZIONI LITURGICHE

 

 

 

Triduo di preparazione:

 

Ore 17,30: Rosario e Santa Messa

 

5 - 6 - 7 - SETTEMBRE

 

 

 

Festa della Natività della Beata Vergine Maria

 

MARTEDÌ 8 SETTEMBRE

 

Ore 8,00 - 9,15 - 10,30 - 11,45: Sante Messe

 

Ore 18,00: Santa Messa presieduta dal Vescovo della Diocesi di Orvieto-Todi

 

S.E. Mons. Gualtiero Sigismondi

 

 

 

 

 

FESTIVAL DI MUSICA SACRA

 

 

 

VENERDÌ 11 SETTEMBRE - Ore 21,00

 

“Ave Maria” dalla tradizione popolare alla musica colta, Ensemble vocale Umbriae Voces.

 

Introduce i brani il Prof. Marco Jacoviello – serata inaugurale e presentazione del V FESTIVAL DI MUSICA SACRA A TODI con la collaborazione del PIMS

 

 

 

interverranno:

 

Sara Cresta e Valentina Piovano (Soprani), Susanna Sallustri e Carlotta Ceccarelli (Contralti) Paolo Macedonio e Alessandro Zucchetti (Tenori e Chitarre, Luca Panico e Paolo Leonardi (Bassi), Sabrina Bacaro (Flauto), Simone Benedetti (Pianoforte).

Dirigono Sabrina Bacaro e Simone Benedetti.

 

 

 

***

 

 

 

Simposio “La Musica al Servizio della Parola”

 

SABATO 12 SETTEMBRE - Ore 10,30

 

con Mons. Vincenzo De Gregorio (Pontificio Istituto di Musica Sacra), Sacra), Prof. Luca Della Libera (Il Messaggero) e Prof. Emiliano Leonardi (Suoni dal Legno).

 

Coordina: Avv. Claudia Orsini (Presidente ETAB)

 

 

 

DOMENICA 13 SETTEMBRE - Ore 21,00

 

Concerto barocco – Luca Venturi, violino; Marco Venturi, clavicembalo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Con il Patrocinio di:

 

Regione dell'Umbria

 

Comune di Todi

 

Diocesi di Orvieto - Todi

 

Pontificio Istituto di Musica Sacra

 

 

 

con la Collaborazione di:

 

Suoni dal Legno - Chiara ed Emiliano Leonardi

 

Tower Gallery di Diego Costantini

 

 

 

Si Ringraziano:

 

Croce Rossa Italiana - comitato di Todi

 

Gruppo Protezione Civile Associazione "La Rosa dell'Umbria Onlus"

 

Istituto Tesoriere Cassa di Risparmio di Orvieto

 

Poleggi Pietro - Pirotecnica

 

Generali Italia Spa - Agenzia di Todi 871

 

Andrea Buffetti


Antonio Maggiaprile

 

Geom. Paolo Mancinelli

 

 

 

Con il Patrocinio di:

Regione dell'Umbria

Comune di Todi

Diocesi di Orvieto - Todi

Pontiticio Istituto di Musica Sacra

 

con la Collaborazione di:

Suoni dal Legno - Chiara ed Emiliano Leonardi

Tower Gallery di Diego Costantini

 

Si Ringraziano:

Croce Rossa Italiana - comitato di Todi

Gruppo Protezione Civile Associazione "La Rosa dell'Umbria Onlus"

Istituto Tesoriere Cassa di Risparmio di Orvieto

 

 


 

 

LA TRADIZIONE DELLA FESTA

testo di Lorena Battistoni

La celebrazione della festa della Natività della Vergine è attestata a Todi già nel 1346, quando il Comune pagava un compenso al gabelliere perché la fiera ad essa collegata si tenesse senza tasse per tre giorni dopo la festa. Tale fiera si svolse per secoli, fino agli anni Cinquanta del Novecento, ed era una delle più importanti manifestazioni di Todi e dintorni, dove pure erano molteplici le occasioni in cui, specie a ridosso delle feste dedicate alla Madonna, si tenevano i grandi mercati, con gare di lotta, tornei e giostre.

Nello spirito di emulazione che vide l’area della Consolazione (da Montesanto a Pozzo Beccaro)

prevalere sulla zona di Porta Romana nell’ospitare i grandi eventi commerciali, dal 1568 si tenne presso il tempio la fiera dell’Annunciazione, mentre dal 1613 vi fu trasferita la grande fiera di Pentecoste, istituita nel XIV secolo, che prevedeva anche la corsa di un palio, ed in seguito quella di San Martino; alla Consolazione, per lungo tempo, giunsero anche le processioni di Pentecoste, del Corpo di Cristo e dei Tributi, ossia di San Fortunato.

Oltre agli spazi per i numerosi banchi mobili, lungo il viale della Consolazione si aprivano ben 18 botteghe sulla sinistra e 31 a destra per chi veniva da Posso Beccaro: tutto ciò assicurava un imponente giro di affari, che iniziò a declinare solo nell’Ottocento quando, venute meno le fiere, rimase la festa con fuochi d’artificio, globi aerostatici, bancarelle, colazioni sul prato e lotteria.

Si trascorreva attorno al tempio l’intera giornata, fino ai fuochi d’artificio che ancora oggi si svolgono dopo il tramonto, eredi di quegli spari d’archibugio con cui fu salutata l’apertura al culto del tempio nel 1607. Ma anche i fuochi sono antichi: già nel lontano 1636 è attestato, infatti, un pagamento al falegname Angelo Pieri di Todi, lo stesso che aveva realizzato il nuovo altare della chiesa, “per polveri e altre robbe da far razzi e varii ingegni di fuochi artificiali per la Natività della Beata Vergine”.

Tradizionalmente, nel corso del Novecento, dopo lo spettacolo pirotecnico veniva organizzato al teatro comunale un grande spettacolo e dal 1923 l’Associazione Pro Todi saluta i Todini lontani, che scelgono l’8 settembre per tornare in città. In questa data sono state sempre inaugurate le più importanti iniziative culturali cittadine.

 

Ultimo aggiornamento

Sabato 26 Settembre 2020