Il Festival di Musica Sacra a Todi

Data di pubblicazione:
30 Giugno 2020

Il Festival di Musica Sacra a Todi

 

Video della prima edizione - Mons. Vincenzo De Gregorio, Preside del PIMS, Maestro d'organo del Duomo di Napoli, consulente della CEI per la musica sacra e Abate della Real Cappella del Tesoro di San Gennaro.

 

 

 


 

Altri video

 

 

 

 

 

 

PREMESSA

Il progetto relativo al “Festival Internazionale di Musica Sacra” è stato avviato nell'ambito dei Festeggiamenti civili e religiosi dell’8 settembre 2016 in occasione della ricorrenza della Natività della B.V. Maria presso il Tempio di Santa Maria della Consolazione (periodo dal 1 settembre a domenica 11 settembre 2016).

Fedele ad una tradizione ultrasecolare che risale al 1346,  la Consolazione ETAB – ente proprietario del Tempio - si apprestava a promuovere anche per il 2016, le iniziative per la ricorrenza della Natività della Vergine, ricorrenza tra le più sentite dalla comunità tuderte e caratterizzata da un programma religioso e culturale che si articolerà in varie giornate.

Il Festival si inserisce nel quadro delle attività realizzate da ETAB sin dal 2013 per la promozione del Tempio; tra le tante si ricorda l’emissione filatelica dedicata al Tempio della Consolazione da Poste Italiane che ha visto lo straordinario Tempio tuderte eretto al ruolo di ambasciatore del Rinascimento italiano nel mondo. Il Tempio ha inoltre ricevuto importanti riconoscimenti nell’ambito di “Wiki Loves Monuments Italia” (contest fotografico nazionale e internazionale realizzato da Wikipedia) e nell’ambito del censimento 2014 dei Luoghi del Cuore del FAI.

Sono state poi numerose le attività a favore degli studenti (secondo un’antica vocazione di ETAB); le iniziative culturali, artistiche, musicali e spettacolari; la partecipazione al Todi Festival con uno spettacolo di luci e suoni in occasione del bicentenario verdiano nonché il tradizionale e fantasmagorico spettacolo pirotecnico, erede di quegli “spari d’archibugio” con i quali fu salutata l’apertura al culto del Tempio nel 1607.

Con il programma dei festeggiamenti civili e religiosi dal 2016 si è inteso  ulteriormente valorizzare la centenaria tradizione arricchendo il programma con eventi culturali utili a diffondere la conoscenza del Tempio bramantesco ed a promuovere la Città di Todi sia in campo turistico che culturale.

Le iniziative sono rivolte sia in campo nazionale che internazionale verso:

  • Turisti (i tour operator sono soliti costruire appositi pacchetti vacanza per promuovere il nostro territorio in un periodo in cui il clima e la natura rendono il soggiorno particolarmente gradevole).
  • cittadini di Todi.
  • Pellegrinaggi e turismo religioso.
  • Cultori e operatori dell’arte e della cultura.

FINALITA' ARTISTICHE E CULTURALI

Il progetto si iscrive nell’ottica dell’acculturazione consapevolmente critica; nella rivalutazione, quindi, (nella sua accezione più nobile) del patrimonio artistico collettivo e della coscienza storica e culturale, della Città e del talento artistico italiano. Si tenderà a recuperare l’espressione artistica come strumento di educazione di referenza e di sviluppo sociale dell’individuo, a costituire un argine alle sollecitazioni negative degli attuali contesti storici.

ARTICOLAZIONE DELL’EVENTO.

Inserito all’interno delle storiche celebrazioni dell’Otto settembre tuderte (natività della Beata Vergine) si propone, tra le altre iniziative, un Festival incentrato sulla Musica Sacra e sul Suo sviluppo storico – dalle monodie pregregoriane alla Musica Sacra contemporanea che si svilupperà secondo le seguenti modalità:

  • Conferenze/Dibattiti: con scambio di informazioni, di messaggi e di risorse legate alla Musica Sacra ed alla Sua fruizione moderna con l'obiettivo di porre ogni singolo spettatore/fruitore al centro del rapporto proposizione/fruizione della musica a tematica sacra.
  • Nr 6 Concerti (2 musica da camera; 2 Coro; 2 con Organo) e Master – Class di Organo di Giancarlo Parodi.

Con la suddetta articolazione insiste nella struttura proposta una vocazione bitematica da un punto dell’istanza concettuale:

  • Ascolto (Concerti).
  • Riflessione (Conferenze).

I meeting vogliono creare un’occasione di incontro e di confronto tra gli studiosi delle tematiche musicali sacre  e il pubblico, cercando punti di contatto con la quotidianità e favorendo la partecipazione e il personale contributo di ciascuno.

L’idea è quella di realizzare un evento nell’evento: ospitare per 2 giorni una “Repubblica delle Idee” con Teologi, Musicisti, opinion leaders, giornalisti,scrittori, imprenditori sui temi della difesa della Musica Sacra.

Si attueranno sinergie con il P.I.M.S. (Pontificio Istituto di Musica Sacra) e l’Abbazia di Montecassino.

Tra gli invitati si annoverano:

  • M° V. Miserachs-Grau (ex-Preside del Pontificio Istituto di Musica Sacra, Maestro di Cappella della Basilica di S. Maria Maggiore in Roma e della Cappella Sistina) con l’Ottetto della Cappella Sistina e il Coro dell’Istituto Pontificio (100 elementi).
  • Musiche di Palestrina, Gesualdo, T.L. Da Victoria, Gabrieli

Nel suggestivo e prestigioso scenario del Tempio della Consolazione, il Festival così strutturato si pone come evento di eccellenza nel panorama degli happenings culturali ecclesiali e laici nazionali.

Gli Artisti presenti nel palinsesto sono in grado di assicurare un interesse tale da travalicare i confini nazionali, dando vita ad un memorabile ciclo di eventi dell’offerta culturale e turistica unica identificando il Tempio della Consolazione come il punto di riferimento per la storia della musica sacra contemporanea.

PARTENARIATI

Il progetto viene realizzato in collaborazione con vari soggetti partner quali il Comune di Todi, la Diocesi di Orvieto Todi, la Regione Umbria, Radio Vaticana e la CCIAA dell'Umbria (ex Perugia) che tradizionalmente collaborano con l’ETAB per la realizzazione della Festa della Consolazione tuderte.

Nel tempo sono stati inseriti anche per una sola edizione altri autorevoli patrocinatori come ad esempio RAI Umbria, OFM Ordine dei Frati Minori e le Ambasciate di Ucraina e della Danimarca in Italia, 

Saranno inoltre parte attiva del progetto, sempre nel ruolo di partner, le Associazioni no profit locali e per la parte artistica l’Associazione Suoni dal legno con cui, anche lo scorso anno, sono stati realizzati eventi molto apprezzati dal pubblico e dalla critica.

Pertacipano attivamente e sono partner fissi di ETAB il comitato locale della Croce Rossa Italiana e l'associazione locale di protezione civile La Rosa dell'Umbria ODV.

 

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento

Giovedi 23 Maggio 2024