Il Gruppo Famiglia si configura come modello di attività assistenziale che nasce da due Opere Pie:

• Conservatorio delle Povere Orfane;

• Asilo delle Povere Giovani. Sostenuto anche dal sussidio dotale del Vescovo Francesco Maria Gazzoli. Dal legato testamentario di Antonio Sensini e da altri legati testamentari (Batazzi, Cibo, Siepi).

Il Centro per ragazze con problematiche personali e familiari particolarmente gravi, attivo dalla metà degli anni 70, rivolge attualmente il proprio servizio in modo continuativo a 3 ragazze, con disponibilità per una quarta ospite.

Il quarto posto letto, storicamente messo a disposizione per ricoveri protetti presso il DCA da parte di pazienti che hanno superato il periodo previsto dai protocolli sanitari di cura, nel corso del 2019 è stato utilizzato per varie situazioni emergenziali di sollievo abitativo fino ai primi di agosto 2019 (inserimento dei Servizi Sociali del Comune di Todi).

In relazione a questo aspetto si è tentato l’inserimento di una quarta ospite in via sperimentale attualmente reso difficoltoso nella realtà applicativa a causa delle misure restrittive conseguenti l’emergenza sanitaria in atto.

Dal gennaio 2017, previo esperimento di procedura di evidenza pubblica, il servizio presso il Gruppo Famiglia è stato affidato alla Soc. Seriana 2000, una Cooperativa Sociale di tipo A che opera su tutto il territorio nazionale da circa due decenni e presenta una profonda esperienza nella gestione di Servizi Socio Assistenziali, Sanitari ed Educativi.

Il progetto gestionale redatto dalla Soc. Seriana 2000 Coop. prevede in particolare (modello di Spivak e della Scuola di Boston) la presa in carico dell’intero “…complesso del servizio investendo su una progettualità coerente e orientata a proporre soluzioni innovative, a costi contenuti e concertate con i servizi, il no-profit e l’associazionismo, valorizzando le risorse locali e i progetti di rete”.

Il progetto tra l’altro prevede importanti attività innovative tra cui a titolo esemplificativo:

•          attività di Social Skill Training (SST) per l’apprendimento/mantenimento delle abilità sociali

•          Progetto “RagazzeSocial” attraverso l’utilizzo di una Lavagna Interattiva Multimediale (LIM).

•          Progetto “Salone

•          Attività motorie, sportive, ludiche.

•          Nuoto (durante i mesi estivi piscina di Fratta Todina, mentre durante i mesi invernali, l’utilizzo della piscina del Centro Speranza)

•          attività laboratoriali di tipo manuale

•          partecipazione ai mercatini (Todi Fiorita, Mercatini di Natale, ecc..).

•          progetto “Aggiungi un posto a tavola”.

•          Collaborazione con la Fattoria Sociale presso l’Azienda Agricola Bodoglie

•          Collaborazione con il Centro Documentazione Disabilità

•          Progetto “A piedi per Todi”.

•          Adesione al progetto di prestito digitale MediaLibraryOnLine

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 19 Agosto 2020